Sparatoria in Pennsilvanya! 21 dicembre 2012

Secondo quanto riportato dalla stampa locale, gli spari avrebbero fatto quattro vittime, incluso il killer, e ferito tre agenti della polizia.

La sparatoria si è verificata a Frankstown Township, in Pennsylvania, riferisce il quotidiano locale “Altoona Mirror” citando il procuratore distrettuale della contea di Blair, Richard Consiglio.
Le vittime sono il killer, due altri uomini e una donna.
Gli agenti sono rimasti feriti durante uno scontro a fuoco con il sospetto killer.

La lobby delle armi ha rotto il silenzio sulla tragedia di Sandy Hook. Ma la sua proposta è quella di affidare la protezione degli studenti e dei bambini ai proiettili: guardie armate appostate davanti a ogni scuola.
“I mostri del mondo”, ha detto il vicedirettore della National Rifle Association (NRA)¹, Wayne LaPierre, “approfittano del fatto che le scuole sono spesso considerate zone vietate alle armi. L’unica cosa che ferma un cattivo con una pistola è un buono con una pistola.
Nuove leggi, invece, non servono, perché esistono già migliaia di norme sulle armi”. Al contrario, l’amministrazione Obama si è impegnata a sostenere da gennaio almeno alcune nuove misure restrittive, quali la messa al bando di fucili e pistole d’assalto, armi da guerra, e di caricatori ad alta capacità. Il vicepresidente Joe Biden ha ricevuto l’incarico di guidare l’iniziativa.

Le parole di LaPierre – che ha anche lamentato il ruolo della cultura violenta dei videogiochi e di Hollywood e lo scarso trattamento delle malattie mentali, tutto tranne che le armi – hanno suscitato proteste: nella stessa sala della conferenza stampa a Washington sono comparsi striscioni per denunciare la NRA “che uccide i nostri bambini” e ha “le mani sporche di sangue”.
Il sindaco di New York Michael Bloomberg, che guida una crociata di primi cittadini contro le armi che ha promesso di finanziare con le sue risorse personali, ha definito le dichiarazioni “una vergognosa fuga dalle responsabilità per la crisi davanti al Paese”.
Il New York Times ha rivelato che neppure gli scarsi controlli esistenti sugli acquirenti di armi avvengono in modo corretto per la carenze di dati dell’Fbi.
L’influenza della NRA e l’impopolarità dei controlli sulle armi, in America, restano però ostacoli formidabili da superare per chi vuole riforme: con 270 milioni di pistole e fucili in circolazione, un sondaggio del Pew Center questa settimana ha trovato il 49% a favore di controlli ma il 42% preoccupato di difendere il diritto alle armi.
In Congresso si sono già levate voci che criticano qualunque tentativo di reinterpretare in senso restrittivo il Secondo Emendamento della Costituzione, che protegge il diritto ad armarsi, o rimuovere deregulation che oggi consentono di portare armi nascoste anche in luoghi pubblici e impensabili, comprese le chiese.
Anche dopo Sandy Hook, dove un fucile d’assalto imbracciato da un folle ha fatto strage di venti bambini e sei dipendenti della scuola.

1 da Wikipedia: La National Rifle Association, o NRA, è un’organizzazione che agisce in favore dei detentori di armi da fuoco degli Stati Uniti.
Si occupa di promuovere la sicurezza nell’uso delle armi, organizza corsi di maneggio ed eventi sportivi relativi alle armi, ed è spesso considerata come una delle più potenti organizzazioni degli Stati Uniti.

New York, 22 dicembre 2012
La lobby delle armi: guardie in ogni scuola
http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2012-12-22/lobby-armi-guardie-ogni-081542.shtml?uuid=AbEbUOEH

Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

agiamosubito

agiamosubito

idadominijanni

Smile! You’re at the best WordPress.com site ever

Ragazzi per il bene comune Youth for the common good

Sostenibilità - Sustainability - Nachhaltigkeit - Sostenibilidad

Sebastiano Isaia

il punto di vista umano

Home

agiamosubito

notav.info

agiamosubito

micromega-online

agiamosubito

LIBRE

agiamosubito

il manifesto

agiamosubito

Contropiano

agiamosubito

agiamosubito

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: