CARCERE, NRA, DEMOCRAZIA M5S e altro

LA LEGGE È UGUALE PER TUTTI, DICONO …
In Italia ogni detenuto ha a sua disposizione in media non più di tre metri quadrati di spazio in carcere, quando va bene. Una situazione di sovraffollamento drammatico, insostenibile, a cui la chiusura anticipata della legislatura e l’ottusa opposizione della Lega ha impedito di porre parziale rimedio con l’adozione di pene alternative alla carcerazione per i reati minori, come avviene in tutti i Paesi civili.

Tutti uguali i condannati, allora? Tutti, tranne almeno uno: Alessandro Sallusti, direttore del Giornale. Condannato a 12 mesi per il reato di diffamazione a mezzo stampa in quanto più volte recidivo, aveva subito ottenuto gli arresti domiciliari. Avendo a sua disposizione i circa 1.000 metri quadrati della lussuosa abitazione della sua compagna, l’onorevole Santanchè, con cui vive. Con la possibilità di uscire due ore al giorno, di contattare chiunque, di ricevere visite, di lavorare alla schifezza di giornale che dirige, ecc. Non male come espiazione della pena.

Sallusti, dopo aver tentato di farsi passare per vittima della magistratura ed eroe della libertà di stampa con proclami bellicosi e roboanti, e avere inscenato la farsa della tentata evasione (da casa), era venuto a più miti consigli e aveva chiesto la grazia al Presidente della Repubblica tramite il suo avvocato, l’onorevole Ignazio La Russa.

Per gravi ragioni di salute? Per l’insopportabilità della sua condizione carceraria? Non si sa. Quello che invece si sa è che Napolitano non gli ha concesso la grazia ma ha fatto di peggio, commutando la pena detentiva in pena pecuniaria di 15.000 euro (cifra ridicola per uno superpagato come lui). Di peggio, perché Sallusti – se graziato – avrebbe dovuto stare attento a non incorrere di nuovo nello stesso tipo di reato punibile con il carcere, mentre invece la commutazione della pena gli consentirà di continuare a diffamare, sapendo che se gli va male potrà cavarsela con una multa. E bravo il nostro Napolitano!

Per finire, lasciamo gli ambienti giornalistici bene e andiamo al carcere di Velletri. Fra i poveri cristi là detenuti c’è il senegalese Fall Alioune, condannato a 12 anni (sì, avete letto bene: dodici) per la vendita di CD contraffatti. Anche lui recidivo, come Sallusti. Ma diversamente da Sallusti senza amici onorevoli, senza la solidarietà trasversale di una casta potente come quella dei giornalisti professionisti, senza essere il direttore strapagato di un quotidiano di Berlusconi. E quindi niente domiciliari. In compenso, i suoi tre metri quadrati di spazio a disposizione, e zitto!

Anche per Fall Alioune bisognerebbe chiedere la commutazione del carcere in pena pecuniaria. Diciamo, 15 euro, proporzionati ai 15.000 del Sallusti, data la differenza abissale di reddito. Si muoverà Napolitano? Voi cosa ne dite?

———————————–
@ SCHEGGE
American way of life
Adam Lanza, il giovane americano che in una scuola del Connecticut ha ucciso 26 persone di cui 20 bambini, soffriva di disturbi mentali. Lo sapevano tutti. Aveva imparato a sparare sin da piccolo dalla madre, che aveva la passione per le armi e che lo accompagnava spesso al poligono di tiro e a caccia. In casa Lanza c’erano almeno 3 pistole e 3 fucili automatici. La potente Nra (National Rifle Association), la lobby dei costruttori di armi degli Usa, che ha il consenso di almeno la metà degli americani, ha detto che si sarebbe potuta evitare la strage se solo nella scuola, teatro del massacro, gli insegnanti fossero stati armati. Secondo il principio per cui armarsi è l’unica difesa dalla violenza. Adesso il quadretto di vita da Far West preparatoci dalla destra Usa è completo. Rimane una domanda. Con tutte quelle armi in famiglia, contro chi pensava di scendere in guerra la mammina Usa?

La democrazia secondo Grillo
Ennesima espulsione nel M5S. Questa volta si tratta di una consigliera comunale a Forlì, Raffaella Pirini. Il ducetto a 5 stelle l’ha mandata “fuori dalle palle” e, già che c’era, ha mandato “fuori dalle palle” anche tutto il M5S di Forlì. Così, tanto per non perdere l’abitudine. Questa volta non con un editto sul blog, ma con una raccomandata dei suoi avvocati che diffidano i reprobi dall’utilizzare “anche solo per allusione il nome o ai marchi di proprietà del sig. Grillo Giuseppe e la sua immagine”. Il M5S passerà alle cronache politiche come il movimento che ha fatto il più alto numero di espulsioni nell’unità di tempo.

@ Grillo ha detto: “I sindacati sono roba dell’800, non ne abbiamo più bisogno”. Ma non ricorda un po’ Marchionne? E poi: “Bisogna fare come negli Usa dove agli immigrati prendono le impronte digitali ai piedi, alle mani e fanno lo scan della pupilla”. Ma non ricorda un po’ la Lega?
@ Marchionne ha di nuovo promesso miliardi di investimenti in Fiat. C’è qualcuno, a parte Bonanni, disposto a credergli?
@ Gli operai della Fiat di Melfi hanno applaudito il padrone. Nessuna contestazione. La Fiom non era stata invitata.
@ Per Berlusconi l’Imu va tolta perché “la casa è sacra”. In ogni camera da letto della villa di Arcore verrà messa l’immagine di S. Maria Goretti.
@ Berlusconi da Vespa: ”Le mie tv non hanno mai fatto una trasmissione nemmeno di un’ora contro la sinistra”. Sì, e Ruby è la nipote di ….
@ Il governo vuole stanziare 150 milioni all’anno fino al 2029 per la Tav. Per altri 17 anni ospedali, scuole e carceri possono aspettare.
@ Il Pdl vuole le elezioni il più tardi possibile, il Pd il più presto possibile. Per calcolo elettorale? Ma no, pensano entrambi al bene del “Paese”!
@ A Napoli hanno messo le statuine di Berlusconi con fidanzata fra i pastori nel presepio. Offesa intollerabile! Berlusconi andava messo al posto di Gesù bambino!
@ Grillo sta poco per volta epurando il M5S dai non ultra allineati. Ciò a cui punta è un movimento di tifosi.
@ Il papa ha detto che le unioni gay minacciano la pace. Le armi invece no.
@ Alfano: “La sinistra crede di avere già vinto, ma si sbaglia”. Viste le ricorrenti aperture di Bersani al centro, forse non ha tutti i torti.
@ Crosetto: “Se Vendola creerà qualche problema, Bersani si girerà un po’ verso il centro e troverà una prateria”. Parole profetiche.
@ Il papa ha di nuovo condannato aborto ed eutanasia. Scusa Benedetto, ma quand’è che la smetterai di mettere il naso nelle nostre leggi?
@ Il papa ha detto che il matrimonio gay va condannato. Scusa Benedetto, ma quand’è che la smetterai di mettere il naso nelle altrui mutande?
@ Tutti preoccupati per un ritorno di Berlusconi? E per un ritorno di Monti no?

Annunci
Lascia un commento

2 commenti

  1. Non capisco lo scandalo per le espulsioni volute da Grillo: in Italia abbiamo avuto cose come la lega nord, calderoli e la gelmini. Che problema c’è a far fare un giro in giostra anche a questi arruffapopolo? Dubito che siano realmente in grado di fare peggio.

    Rispondi
    • no no certo che no…spero che “cambiare si può” faccia meglio..comunque quello che volevo si leggesse era la parte soprattutto del NRA Ciao!

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

agiamosubito

agiamosubito

Ragazzi per il bene comune Youth for the common good

Sostenibilità - Sustainability - Nachhaltigkeit - Sostenibilidad

Sebastiano Isaia

il punto di vista umano

in evidenza

agiamosubito

notav.info

agiamosubito

micromega-online

agiamosubito

LIBRE

agiamosubito

il manifesto

agiamosubito

Contropiano

agiamosubito

agiamosubito

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: